“Dalla acuzie alla cronicità”, corso Ecm in programma 18 e 19 aprile

Un momento di confronto tra rianimatori e riabilitatori per rendere sempre più lineare il percorso clinico assistenziale di pazienti con grave cerebrolesione acquisita.

Ha questo scopo il Corso Ecm “Dalla acuzie alla cronicità. Rischio infettivo e aspetti nutrizionali dei pazienti con grave cerebrolesione acquisita”, che si terrà i prossimi 18 e 19 aprile presso le due sedi dell’Istituto S. Anna di Crotone, organizzato dalla struttura crotonese in collaborazione con Abbott Nutrition.

Il convegno ha l’obiettivo di affrontare la problematica del rischio infettivo e di una sempre maggiore diffusione di germi multiresistenti che hanno impatto negativo sia in termini di prognosi di vita che di disabilità per i pazienti con grave cerebrolesione acquisita.

Per quanto riguarda, invece, la fase della cronicità per i pazienti con grave disabilità residua, il convegno affronterà la questione legata agli aspetti nutrizionali, che rappresentano una delle maggiori criticità per la qualità di vita di queste persone.

Il corso, diretto da Paolo Tonin (direttore scientifico dell’Istituto S. Anna), vedrà tra i relatori dirigenti medici di strutture ospedaliere dell’intero Sud Italia. La prima giornata si terrà nel pomeriggio di giovedì 18 aprile presso la sede di via Siris. La seconda avrà luogo nella mattinata di venerdì 19 aprile presso la sede di Poggio Pudano.

Un corso Ecm sulla Terapia nutrizionale nei pazienti gravi cerebrolesi

“Nuovi orizzonti nella terapia nutrizionale nei pazienti gravi cerebrolesi” è il tema del corso Ecm organizzato dall’Istituto S. Anna nelle giornate del 30 e 31 maggio prossimi. Il corso, diretto dal prof. Paolo Tonin, vedrà coinvolti medici anestesisti e rianimatori ed infermieri provenienti da Calabria e Basilicata, con l’obiettivo di approfondire diversi aspetti afferenti al tema oggetto del corso.

Il “Continuum terapeutico” è, infatti, l’approccio che caratterizza in modo peculiare l’operato dell’Istituto S. Anna, nella convinzione (peraltro suffragata dalle evidenze scientifiche) che integrare il percorso legato alla riabilitazione produca esiti migliori nel recupero dei pazienti.

   

“Problematiche infettive” al centro di un corso Ecm per operatori interni

“Problematiche infettive di pazienti in setting di ricovero riabilitativo – aggiornamento” è il tema del corso Ecm organizzato dall’Istituto S. Anna di Crotone, un progetto formativo aziendale rivolto ad operatori interni.

Al corso, che si è svolto presso la sede di via Siris dell’Istituto, hanno preso parte 70 operatori, afferenti a tutte le discipline sanitarie.

Il programma ha previsto due sessioni di lavori, tutte tenute dal dr. Viaggi. In quella del mattino si è parlato di “Valutazione del rischio infettivo al momento della presa in carico di pazienti trasferiti da reparti di Rianimazione. Presentazione di casi clinici e discussione supervisionata”. Quindi di “Rischio infettivo in pazienti con CVC, cannula tracheostomica, catetere vescicale, ferite chirurgiche (Pz NCH ed Ortopedici). E infine un lavoro di gruppo, supervisionato dal docente, con la presentazione di casi clinici.

Nel pomeriggio nuove sessioni di lavoro di gruppo supervisionate dal docente; una su altri casi clinici, l’altra per l’elaborazione “di procedura o linea guida interna per la prevenzione e il trattamento di infezioni in ambito riabilitativo intensivo e di lungodegenza”.