immagine desktop I professionisti dell’Istituto S. Anna al congresso “Neuroscienze, intelligenza artificiale e riabilitazione personalizzata” immagine tablet I professionisti dell’Istituto S. Anna al congresso “Neuroscienze, intelligenza artificiale e riabilitazione personalizzata” immagine mobile I professionisti dell’Istituto S. Anna al congresso “Neuroscienze, intelligenza artificiale e riabilitazione personalizzata”

I professionisti dell’Istituto S. Anna al congresso “Neuroscienze, intelligenza artificiale e riabilitazione personalizzata”

“Neuroscienze, intelligenza artificiale e riabilitazione personalizzata”
È questo il tema del XXIII Congresso Nazionale S.I.R.N, che si è tenuto nei giorni scorsi a Firenze ed al quale hanno partecipato anche i professionisti dell’Istituto S. Anna di Crotone. In particolare hanno discusso:

la dott.ssa Lucia Francesca Lucca con “Transitorio peggioramento di disfagia e disartria dopo trattamento con tossina botulinica in pazienti con Grave Cerebrolesione Acquisita: case report”;
il dott. Francesco Riganello con “Variabilità cardiaca e predittività della Sindrome Simpatica Parossistica”;
la dott.ssa Marianna Contrada con “L’utilità della cranioplastica nel trattamento neuroriabilitativo personalizzato di pazienti con Disordini di Coscienza: lo studio di un caso”;
il dott. Antonio Cerasa con “Un algoritmo di supporto alle decisioni cliniche (ad albero) per il trattamento robotico del cammino nei pazienti con ictus”;
la dott. ssa Maria Daniela Cortese con “Wessex Head Injury Matrix in pazienti con Disordine di Coscienza prolungata”.
Sessione poster: la dott.ssa Martina Vatrano con “Central Autonomic Network e prognosi precoce in pazienti con Disordini di Coscienza”;
la dott.ssa Caterina Pucci con “L’efficacia della Telereabilitazione in un paziente con cerebrolesione acquisita cronica”;
la dott.ssa Isabel Mantìa “Il Servizio OBERON: un modello di riabilitazione personalizzata per la gestione e l’assistenza integrata di pazienti con disordini cronici della coscienza e dei loro caregiver, nella regione Calabria”;
il dott. Paolo Tonin con “Biomarcatori dell’outcome post-ictus ischemico: rapporto tra componenti genetiche ed epigenetiche e quadro clinico.”

© 2021 Istituto S. Anna · p.i. 01752670792
powered by idemedia®