L’istituto Sant’Anna, dopo 20 anni di lavoro ed esperienza, ha una visione chiara del proprio lavoro: eccellere nell’assistenza ai pazienti rendendo il percorso riabilitativo sempre più a misura d’uomo e delle famiglie.

Un lavoro dove la ricerca e la robotica devono essere al servizio del paziente, per dare la possibilità agli assistiti di riappropriarsi sempre di più della propria vita.

Da sempre la riabilitazione neurologica degli esiti di ictus è stata non solo una delle attività prioritarie della Casa di Cura, ma anche una linea di ricerca e di applicazione.

Nell’ultimo triennio, al fine di rafforzare l’offerta riabilitativa erogata è stata attrezzata un’ulteriore area di 200 mq dedicata alla ricerca finalizzata alla cura dei pazienti con esiti di ictus, dotata, tra l’altro, di dispositivi ideati e realizzati dalla casa di cura:

un laboratorio per l’analisi del movimento;

un laboratorio per il recupero cognitivo con sistemi sensoriali interattivi semi-immersivi, dispositivi per valutazione e training dei deficit di attenzione, memoria e del linguaggio;

laboratorio per il recupero dei deficit della motilità dell’arto inferiore con bilance stabilometriche per la valutazione e riabilitazione dell’equilibrio, con sistemi per la valutazione ed il training dei deficit di forza e della motilità articolare dell’arto superiore e della mano.

Tutto ciò, colloca l’Istituto S.Anna tra le realtà più avanzate sul territorio nazionale.