Giovedì, 30 Ott 2014

L' Istituto

La Casa di Cura privata "Istituto S. Anna" è presente sul territorio con due strutture altamente specializzate e differenziate

 

Istituto S. Anna Istituto S. Anna

Istituto S. Anna Istituto S. Anna

Filosofia

Filosofia AziendaleL'Istituto S. Anna di Crotone è una casa di Cura privata convenzionata con il Sistema Sanitario Nazionale di 164 posti letto.

I due edifici che la compongono sorgono in sedi facilmente accessibili e panoramiche: una direttamente sul mare, l'altra prospicente le colline che la circondano. Tutte le stanze ed i servizi sono state costruiti nel rispetto delle vigenti norme di sicurezza ed offrono il massimo confort agli ospiti. I letti sono in stanze da 1, 2, 3 e 4 posti; tutte le stanze di degenza sono dotate di bagno speciale per disabili.

 

Ogni reparto dispone di accoglienti spazi per i visitatori. La dotazione tecnologica sia dei reparti di degenza che dei vari laboratori e servizi soddisfa le esigenze della più avanzata tecnologia. Due bar sono funzionanti per il ristoro degli ospiti.

L'Istituto S. Anna di Crotone è stato formalmente riconosciuto quale Struttura Sanitaria ad Alta Specializzazione Riabilitativa per la presa in carico di pazienti con gravi esiti di lesioni e malattie del sistema nervoso e osteoarticolare.

 

Filosofia AziendaleLa filosofia che ispira le attività dell'Istituto si basa sul principio di offrire al paziente neuroleso non solo un soggiorno molto confortevole in reparti dotati di tutte le attrezzature oggi all'avanguardia, ma soprattutto di garantire il massimo delle competenze. La specializzazione dei vari medici, l'impegno per un continuo aggiornamento con riunioni, seminari, lezioni magistrali, work-shop internazionali e soprattutto stage all'estero nei migliori centri europei di specializzazione sono gli elementi fondamentali che caratterizzano l'Istituto S. Anna di Crotone; ne alimentano, altresì,  la sua vocazione: assicurare ai pazienti, che prende in carico, le più avanzate competenze e capacità professionali.

 

Infine le attività di ricerca, l'aggiornamento continuo dei suoi operatori, l'alta qualificazione dei suoi consulenti hanno creato le condizioni per essere un luogo dove non solo si progredisce in continuo, ma anche dove si mette a disposizione di tutti i medici riabilitatori del territorio Nazionale il sapere acquisito nel campo della neuroriabilitazione.

 

Obiettivi

Erogare prestazioni di cura e riabilitazione”, ossia erogare “attività sanitarie di riabilitazione” che possono Essere definite come il complesso di interventi valutativi, diagnostici, terapeutici ed altre procedure finalizzate:

 

Obiettivi dell' Unità di Risveglio

  • preservare la vita del paziente in Stato Vegetativo attraverso il monitoraggio continuo delle funzioni vitali e un'attenta valutazione clinica e la messa in atto di opportune strategie terapeutiche
  • prevenire le possibili complicanze secondarie, quali le lesioni da decubito, la spasticità riflessa da vizi di postura, le deformità osteoarticolare
  • facilitare il recupero delle attività di coscienza, (ottenere il Risveglio)
Obiettivi dell' Unità Gravi Cerebrolesioni Acuisite
  • limitare le disabilità motorie gravi
  • limitare disabilità con la disfagia, la disfonia e la disartria
  • limitare le disabilità di tipo cognitivo e comportamentale, disturbi del linguaggio, gravi deficit della memoria, gravi deficit della percezione dello spazio;

Obiettivi

Scopo è di portare il soggetto disabile alla massima autonomia possibile nelle attività della vita quotidiana, cercando di ottenere il reinserimento nell'ambiente familiare e sociale infine nel mondo del lavoro e scolastico quale soggetto attivo

Obiettivi Unità di Recupero e Rieducazione Funzionale

Portare il soggetto disabile a mangiare, muoversi, camminare, vestirsi e comunicare efficacemente, quindi cercare di ottenere il massimo grado di autonomia, affinchè possa rientrare nel proprio ambiente familiare, sociale lavorativo e scolastico, quale soggetto attivo portare i pazienti con esiti di lesioni cerebrali e i pazienti con lesioni osteoarticolari al recupero delle funzioni motorie

 

Obiettivi Unità di Riabilitazione Psichiatrica
Limitare le disabilità psichiche che inficiano l’autonomia nella gestione della propria vita

 

ObiettiviObiettivi dell'Unità di Riabilitazione Cognitiva e Comportamentale
Offrire percorsi riabilitativi a persone con disturbi dell'attenzione, della memoria, delle capacità logiche e di comunicazione e del comportamento relazionale finalizzati al raggiungimento della massima autonomia possibile nella gestione di se e della vita quotidiana fino al reinserimento sociale, scolastico e lavorativo

 

Obiettivi Unità di Recupero e Rieducazione Funzionale per Pazienti Emiplegici

Recupero delle funzioni motorie cognitive e del linguaggio di pazienti colpiti da ictus.

Un particolare approccio e riservato al recupero dell'arto superiore della mano plegica

 

Obiettivi della Speciale Unità di Accoglienza Prolungata (SUAP)
Accogliere pazienti in stato vegetativo da oltre un anno per un periodo illimitato e compensare menomazioni o inabilità importanti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Qualità

QualitàL'Istituto S. Anna di Crotone è una realtà radicata sul proprio territorio, per questo, vuol essere punto di riferimento attraverso l'erogazione di servizi medico-terapeutici altamente specializzati e che seguono uno standard qualitativo ben definito e di alto livello.
Il Responsabile della Qualità
Si occupa di tutti gli aspetti legati alla qualità dei servizi. Il suo impegno è volto allo studio degli standard di qualità adottati dalla Casa di Cura, alla loro applicazione e alla verifica dei risultati. Tale lavoro è continuo e porta ad un costante miglioramento della attività, è centrato sulle esigenze dei clienti, è documentato costantemente dai rapporti di andamento dei servizi.

Questionari di Gradimento dei Pazienti e dei Clienti
Servono a verificare la qualità del servizio reso ed a indagare sulla soddisfazione del cliente. Constano di domande sul servizio fruito, sulle aspettative, sui problemi riscontrati, sulla qualità delle prestazioni ottenute. I risultati di tali questionari vengono scrutati attentamente ed utilizzati per migliorare il livello di erogazione del servizio, nell'ottica di orientamento al cliente e  alla sua soddisfazione. I risultati  sono riportati in appositi rapporti (almeno semestrali) e discussi in sede di riesame della Direzione.

Qualità alla Direzione
Viene eseguito almeno ogni sei mesi. Il responsabile di ufficio prepara prima di tale data un rapporto di andamento del servizio, dove è attentamente descritta la situazione degli standard di qualità, rispetto agli obiettivi prefissati. Tale rapporto viene esaminato, approvato riproponendo nuovi obiettivi.