Perchè scegliere l’Istituto S.Anna

L’Istituto S. Anna è una tra le realtà più avanzate d’Europa nel settore della riabilitazione. Un settore in cui profonde da sempre lavoro e ricerche, ottenendo risultati riconosciuti dalla comunità scientifica internazionale.
È una casa di cura privata, accreditata con il Servizio sanitario nazionale, che ha come obiettivo quello di dare risposte sempre più concrete ad alcune delle più complesse patologie in ambito riabilitativo. Mantenendo sempre il paziente al centro del suo operato.
Il suo punto di forza è un modello organizzativo basato sul “Continuum terapeutico”, grazie al quale i pazienti vengono presi in carico dai reparti ‘per acuti’ e poi assistiti in tutte le varie fasi della riabilitazione fino al domicilio.

Per farlo si affida ad equipes altamente specializzate, a collaborazioni prestigiose, ma anche a tecniche e tecnologie profondamente innovative, i cui risultati vengono frequentemente riportati in pubblicazioni scientifiche internazionali.
Dal 1996, sono stati oltre 14 mila i ricoveri effettuati; circa 2 mila pazienti hanno trovato conforto nell’Unità di risveglio e per gravi cerebrolesioni.

Da sempre la riabilitazione neurologica degli esiti di ictus è stata non solo una delle attività prioritarie della Casa di cura, ma anche una linea di ricerca e di applicazione. Tant’é che sono state create 6 apparecchiature robomeccatroniche riabilitative e innovative per il recupero funzionale degli arti superiori ed inferiori che hanno guadagnato l’interesse della comunità scientifica internazionale. Un lavoro in cui la ricerca e la robotica sono al servizio del paziente, per dare la possibilità agli assistiti di riappropriarsi sempre di più della propria vita.

 Il S. Anna è, dunque, una realtà clinica altamente specializzata nel ricovero e nella riabilitazione, un centro impegnato nella ricerca, nella sperimentazione di nuovi modelli terapeutici, nella partecipazione a progetti Europei, Ministeriali e Regionali. Ma soprattutto una realtà che mette sempre al centro del suo lavoro le esigenze del paziente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *